Tuesday, April 25, 2006

Beppe, gli inceneritori, la provincia di Rimini, noi, meetup


questa sera come associazione Nido di Gaia, con alcuni soci e simpatizzanti abbiamo partecipato allo spettacolo di Beppe Grillo a Rimini, una esperienza magnifica ed appagante con tanti punti esclamativi e di domanda che ruotano nella mente al termine di essa. gli spunti di riflessione sono tanti, ciò che più ci sta a quore e che forse va trattato con maggior impegno e "urgenza" è il problema nelle nanoparticelle, problema che interessa la nostra realtà locale e non solo, uniamoci ed impegniamoci per far valere le nostre posizioni, per sostenere la ricerca e per chiedere che la politica si aggiorni sulle nuove scoperte scientifiche e che vi siano leggi più corrette, più aggiornate ed al passo con le nuove scoperte (sopratutto libere da interessi che non siano quelli di tutelare la salute ed il diritto a difenderla di ogni singolo/a cittadino/a).........quasi dimenticavo.......grazie mille Beppe e complimenti per lo spettacolo!!!!
seguono ulteriori info nei commenti............

2 Comments:

At 3:12 PM, Blogger CLAUDIO said...

riporto direttamente dal sito di Beppe Grillo, popongo di fare un versamento di quei pochi spicci che abbiamo a favore della ricerca......ovviamente attendo i Vs pareri.
Claudio

13 Marzo 2006
La ricerca imbavagliata
Hanno dato troppo fastidio e li hanno puniti. Scoperchiare certi pentoloni in cui bollono inceneritori, acciaierie e centrali elettriche ad olio pesante, e fare ombra a tromboni e pseudoscienziati sono attività che non attirano simpatie.
E allora, non potendoli attaccare scientificamente, si è pensato di togliere lo strumento con cui Antonietta Gatti e Stefano Montanari provocano grossi fastidi.
Si tratta di un microscopio elettronico a scansione ambientale del costo di circa 350.000 euro con il quale i due hanno scoperto i meccanismi con cui le nanoparticelle prodotte dalle combustioni sono capaci di uccidere, e con questo il perché delle malattie che colpiscono i reduci dalle guerre del Golfo e dei Balcani, come funziona la truffa scientifica che sta dietro gli inceneritori, che cosa viene scaricato nell’ambiente dai tre milioni di tonnellate di oli pesanti bruciati ogni anno da una centrale elettrica e un sacco di altre cosette che hanno aperto una strada del tutto nuova nel campo della medicina.

Via il microscopio e noi, che non ci possiamo permettere di perdere Antonietta e Stefano, gli daremo un altro microscopio. In fretta e più potente del primo.
Da oggi parte una sottoscrizione per l’acquisto da parte della Associazione Carlo Bortolani Onlus. Io ho già dato il buon esempio devolvendo l’incasso della serata di Modena del 28 febbraio, i ragazzi dei Meetup si stanno attivando e tutti potrete rinunciare ad una pizza per non trovarvi la prossima piena d’inquinanti.

I versamenti vanno effettuati a:
Conto Corrente n. 513111
Intestato a: "Associazione Carlo Bortolani Onlus"
Presso: Banca Etica (Sede centrale di Padova)
ABI: 05018
CAB: 12100
CIN: J
IBAN: IT45J0501812100000000513111
SWIFT: CCRTIT2T84A
oppure Pay Pal (www.paypal.it) indicando come destinatario del versamento: onluscarlobortolani@reggionelweb.it

 
At 7:07 AM, Blogger veleno said...

per conto mio faccio prima a darti i soldi a te poi se gli altri vogliono raccogli anche i loro e fai un versamento al titolo dell'associazione

 

Post a Comment

<< Home